Home > Argomenti vari > Sacramenti del male: Alda Teodorani, she-writer

Sacramenti del male: Alda Teodorani, she-writer

10 Aprile 2008


"Sta lì, gli occhi chiusi, la gola bianca esposta. Sono vicinissimo all’orgasmo e faccio di tutto per trattenermi.
Penso a come sarà il suo corpo tra poco, penso al suo cadavere, alle mosche che si poseranno su di lei, ai vermi nel suo ventre, lo stesso che ho appena leccato a lungo, ficcandole dentro le dita, rallentando e fermandomi e poi ricominciando. Penso al suo corpo morto, alla sua pelle grigiastra, alle larve di insetti che la divoreranno. Ma io non lo permetterò. "

 

ALDA. E’ in edicola l’ultimo libro di Alda Teodorani, I sacramenti del male (Supplemeto al Giallo Mondadori, euro 4,50). Alda è una donna che sa soffrire e una scrittrice che sa materializzare incubi maschili e femminili con assoluta, irritante padronanza. Alda è una mia amica che continua a migliorare la sua cifra letteraria, meritando i riconoscimenti internazionali che riceve e che evita di pubblicizzare. Alda fu tra i fondatori del movimento neonoir italiano, quello al quale Crimen deve l’ispirazione di far cronaca guardando le cose "con gli occhi di Caino".

 

Cerca in questo blog i post su "she" 

 

QUARTA DI COPERTINA. Una psicosi sotterranea e blasfema che spinge verso i più agghiaccianti abissi della perversione. Un fotografo talmente immerso nella polimorfa visione della morte da sublimarla in una eccitazione erotica tanto inarrestabile quanto demente. Una pittrice estrema il cui immaginario può esprimersi solo nella rappresentazione dell’orrore allo stato puro. Un assassino di professione che vede il confine tra affari e piacere farsi sempre più labile. E sempre più grondante di sangue.
Dall’autrice italiana considerata la regina dell’Eros & thanatos, quattro storie che vanno dritte alla giugulare.

 

BIOGRAFIA. Autrice culto del Romantic Dark italiano, negli ultimi quindici anni Alda Teodorani ha firmato alcune delle più visionarie pagine della letteratura, da Le radici del male a Labbra di sangue, da Organi a Incubi.
Suoi racconti hanno ispirato i film di "Appuntamenti Letali", progetto nato in collaborazione con Filmhorror.
Insegna scrittura creativa alla Scuola Internazionale di Comics di Roma.

  1. 10 Aprile 2008 a 10:13 | #1

    Un bacio ed un saluto ad Alda.

  2. zzambot
    11 Aprile 2008 a 15:15 | #2

    Ottima scrittrice, se le si deve trovare una pecca e’ forse che scrive talmente bene di dissezioni, squartamenti e carneficine varie che poi il sangue prende il sopravvento sulla storia in generale. Ora che ci penso forse lo devo annoverare tra i meriti e non le pecche!

I commenti sono chiusi.