Archivio

Archivio Novembre 2007

Famiglia assassina: Pappalardi – Trenti – Sawyers

28 Novembre 2007 Commenti chiusi


Ecco tre omicidi di bimbi, due sicuri e uno probabile (e doppio), saliti alla cronaca negli ultimi tempi. Anche se le statistiche indicano grandi differenze tra accadimenti simili in Italia e negli States, questi episodi sembrano piuttosto simili.

 

Prosegui la lettura…

Impara a teatro a scrivere un… Crimen

26 Novembre 2007 2 commenti

Lo Scrittore dal Vivo: ovvero scrivere un romanzo di genere insieme ad uno scrittore professionista: il 29 per il giallo, il 30 per la fantascienza. Di e con Massimo Mongai, a cura di Sabina Marchesi; servizio SMS in sala a cura di Crimen

Prosegui la lettura…

Erba – Olindo Romano: “Avrei ucciso i carabinieri”

25 Novembre 2007 Commenti chiusi

Se avessi saputo che "quel giorno i carabinieri ci portavano in caserma per arrestarci non sarebbero usciti vivi da casa nostra". Sono queste le parole che sono uscite dalla bocca di Olindo Romano durante la perizia effettuata dal criminologo Massimo Picozzi.

Prosegui la lettura…

Scena del crimine: ecco i nuovi corsi Icaa

24 Novembre 2007 Commenti chiusi


Gent.mo,
entro qualche giorno renderemo disponibile online il calendario dei CORSI ICAA riservati ai nostri soci che attiveremo nelle nostre varie sedi a partire da gennaio 2008. Tra questi verrà indicato anche il corso ICAA da Lei segnalato.

 

Prosegui la lettura…

Bestie di Satana: altre morti

24 Novembre 2007 Commenti chiusi

Ci sono sempre altre vittime di sacrifici umani ad improbabili divinità malvagie. L’ipotesi sarebbe emersa dalle dichiarazioni di un "pentito" del gruppo di satanisti che nel 1996 si macchiarono degli omicidi di Fabio Tollis, Chiara Marino e Mariangela Pezzotta.

Prosegui la lettura…

“Conti in sospeso” letto da Massimo Mongai

24 Novembre 2007 Commenti chiusi

Una Roma sotto gli occhi di tutti e rimossa dalle coscienze, pendolare, brutta e cruda è l’ambientazione di "Conti in sospeso", l’avvincente noir di Minicangeli. Ci si trovano snuff e Caino, ma volendo anche Google Maps e Flickr…

Prosegui la lettura…

Strage della balestra evitata a Colonia

21 Novembre 2007 Commenti chiusi

La strage doveva avvenire martedì 20 novembre in un liceo di Colonia. Rolf B. ed un suo amico di 18 anni, Robin B., volevano commemorare in questo l’anniversario della tentata strage di un anno fa nella scuola di Emsdetten, sempre in Germania. Solo che hanno fatto l’errore di vantarsi in giro di quello che avevano pianificato e i loro compagni li hanno denunciati. E’ finita con Rolf morto suicida sotto un tram e Robin arrestato. Le armi, sequestrate, compresa la balestra, un altro riferimento mitologico (foto Dpa).

Prosegui la lettura…

Jessica sgozza gigolò: “Ispirata da Meredith”

19 Novembre 2007 Commenti chiusi

E’ quando ha visto il sangue zampillare dalla gola che ha chiamato l’ambulanza. Come una folle mantide religiosa, gli aveva tagliato la gola per poi infliggergli sei o sette pugnalate, in preda ad un cocktail di alcol e antidepressivi. Quindi ha chiamato l’ambulanza, pronunciando frasi sconnesse e facendosi trovare mentre tentava di arrestare l’emorragia.

Prosegui la lettura…

Vallanzasca ha aperto un blog

17 Novembre 2007 Commenti chiusi

"Perché ho deciso di aprire un mio sito e parlare sul blog… Immagino saranno parecchi quelli che se lo chiederanno". Ripubblichiamo il post con il quale il bel René ha aperto il suo blog dopo il rifiuto della Grazia.

Prosegui la lettura…

Una laureata uccisa ogni 100 ore

17 Novembre 2007 1 commento

Una vittima ogni due giorni: in Italia le violenze domestiche uccidono più della mafia. Circa 180 donne ogni anno perdono la vita per mano di mariti, genitori o fratelli.
Dal 2000 al 2005 gli omicidi volontari sono stati 4.129, dei quali 1.190 (29%) è stato commesso in famiglia e 1.081 (26%) ha avuto per vittima una donna. E mentre diminuisce il numero complessivo dei delitti, aumentano le donne uccise.
Sorprendente il dato sul grado d’istruzione delle vittime. Il 46,2% è composto da laureate, il 38,6% è in possesso di un diploma, il 28,9% della licenza media, il 17,6% della scuola elementare. Così come una su due è dirigente o imprenditrice; il 40,6% è impiegata o quadro, il 32,2% lavora in proprio, il 30% operaie.
Nel 2006 le italiane sottoposte a violenza generica sono state circa mezzo milione. Ma non lo sanno: solo una su cinque lo ritiene una violenza e solo una su 14 lo denuncia.

 

Prosegui la lettura…